Viaggi Fai da te: una piccola guida per organizzarli al meglio.

Se sei finito qui è perché probabilmente stai per organizzare un viaggio fai da te ma non hai ancora chiare le idee su come procedere. Non preoccuparti la prima volta è normale sia così. In questo articolo cercherò di spiegarti passo a passo tutte le cose da fare per organizzare al meglio la tua Vacanza fai da te.

Oggi più che mai organizzare un viaggio per conto proprio è possibile grazie alle immense opportunità che la rete ci mette a disposizione. Dalla richiesta del visto, alla prenotazione dell’albergo, bastano pochi clic e tutto è a portata di mano.

Ma quali sono i motivi per cui vale la pena impiegare parte del nostro tempo per organizzare viaggi fai da te? Bhe le risposte sono molteplici. Vediamole insieme.

  • Personalizzazione: Organizzare una vacanza fai da te da l’opportunità di cucirsela letteralmente addosso. Le agenzie turistiche sono veramente brave ad accontentare le esigenze del cliente, ma spesso offrono “pacchetti” turistici che includono mete popolari, tralasciando delle vere chicche sconosciute ai più, meno affollate e che per questo sono in grado di regalare forti emozioni
  • Risparmio: ebbene si. Forse questo è l’aspetto che più di tutti spinge le persone ad optare per i viaggi fai da te. Basta infatti seguire alcune accortezze ed ecco che il risparmio diventa consistente sopratutto se programmate di fare il viaggio con altre persone in modo da poter dividere le varie spese.
  • Flessibilità: Organizzare un viaggio da se lascia sempre un certo grado di libertà. Ci piace un posto e vogliamo trascorrere un giorno in più nel visitarlo? Bene. Cancellare la prenotazione sarà semplicissimo e non dovremmo interfacciarci con l’agenzia che fa da tramite tra noi e la struttura ricettiva.
  • Gratificazione: pianificare un viaggio è un’esperienza davvero appagante. E lo è ancor di più quando associamo le forti emozioni vissute in viaggio alla nostra capacità di andarcele a cercare tramite la nostra pianificazione.

Ora che abbiamo visto i motivi per cui organizzare viaggi fai da te è un’ottima scelta andiamo a vedere insieme quali sono gli step da seguire per far si che tutto vada a buon fine.

Passaporto

Passaporto per i tuoi viaggi fai da te

Se sei in procinto di uscire dalla zona Euro il passaporto elettronico è indispensabile. per ottenerlo dovrai essere in possesso dei seguenti documenti:

  • Modulo per la richiesta del passaporto compilato in ogni sua parte
  • documento di riconoscimento e sua fotocopia
  • 2 fototessere
  • ricevuta del versamento effettuato in posta per il passaporto di euro 42,50
  • marca da bollo da 73,50 euro

Il modulo per la richiesta e la lista completa dei documenti da presentare puoi procurartela direttamente in questura oppure accedendo all’apposita area riservata (previa registrazione) sul sito della polizia di stato (https://www.passaportonline.poliziadistato.it/). Qui potrai anche prendere un appuntamento online per la consegna dei documenti e il ritiro del passaporto.

Muoviti con anticipo. Le tempistiche per il rilascio del passaporto variano da una a diverse settimane, in base al carico di lavoro che hanno gli uffici preposti.

Visto

Richiedere il visto

Questa è senz’altro la parte meno piacevole nell’organizzare un viaggio fai da te. Le procedure a volte possono essere estenuanti, ma sempre più paesi oramai mettono a disposizione di noi turisti la possibilità di ottenere i visti online tramite procedure e sopratutto tempistiche più snelle rispetto ai classici visti da richiedere in ambasciata. Purtroppo le procedure variano in base al paese quindi per sapere quale sia quella da seguire visita il sito Viaggiaresicuri.it

Muoviti con molto anticipo. Informati sulle tempistiche necessarie per ottenere il visto ed evitare cosi di incorrere in spiacevoli sorprese.

Vaccini

La salute in viaggio è IMPORTANTISSIMA. Se andate in paesi fuori dall’UE prendete appuntamento e recatevi all’ufficio di igiene pubblica presso l’ ASL della vostra città. Un dottore sarà in grado di mettervi al corrente su eventuali malattie endemiche (e non) presenti nel paese di destinazione ed eventuali vaccini da fare e/o precauzioni da prendere per evitare infezioni e contagi.

Contatta l’ ASL della tua città con almeno un mese di anticipo.  Alcuni trattamenti come ad esempio la profilassi antimalarica vanno iniziati in anticipo rispetto alla data di partenza prevista.

Assicurazione sanitaria.

Per quanto noi italiani ci lamentiamo del servizio sanitario, all’estero le cose sono ben peggiori rispetto al nostro bel paese. In Asia le strutture sanitarie sono spesso scadenti, e le poche eccellenze sono strutture private e costosissime. Se non siete coperti da una buona assicurazione anche una semplice operazione come l’esportazione dell’ appendicite può costarvi svariate migliaia di euro. Non risparmiate su quest’aspetto e stipulate un’assicurazione medica. Ce ne sono veramente tante. Fate numerosi preventivi online e scegliete quello che più vi soddisfa (mi raccomando leggete il pre-contratto e confrontate BENE tutte le condizioni) Io mi sono sempre affidato ad Allianz.

Patente internazionale

Se il tuo viaggio fai da te è all’insegna dell’autonomia non potrai fare a meno di noleggiare un mezzo per spostarti. Fuori zona UE la tua patente non è più sufficiente. Occorre la cosiddetta patente internazionale (o permesso internazionale di guida) di cui ne esistono due versioni. Per sapere quale è richiesta nel paese in cui ti stai recando visita il sito Viaggiaresicuri.it. La richiesta di permesso internazionale di guida , che ha la durata da 1 a 3anni in base al modello,va presentata agli Uffici periferici del Dipartimento per i Trasporti Terrestri (in alternativa puoi affidarti agli uffici dell’ACI che farà da tramite), previa esibizione della patente in corso di validità. Occorrono diverse settimane per il rilascio (tramite ACI) quindi anche qui ti consiglio di muoverti per tempo. Tenete presente che insieme alla patente internazionale va esibita anche la patente italiana che dovrete quindi portare con voi in viaggio.

Biglietto aereo

Biglietto aereo per i tuoi viaggi fai da te

Se avete la possibilità di decidere voi le date del viaggio oppure di sapere con ampio anticipo la data di partenza, questa fase della programmazione vi permetterà di risparmiare davvero dei bei soldoni. Volare in alta stagione infatti, cosi come prenotare a ridosso della data di partenza fa lievitare enormemente il costo dei biglietti. Se potete, prenotate con 3/4 mesi di anticipo magari tenendo monitorati i prezzi per capire quando sono in fase calante (puoi farlo con il motore di ricerca di Skyscanner), oppure prenotate in media/bassa stagione. I motori di ricerca per i voli sono numerosi. Io mi trovo benissimo con Skyscanner perché oltre ad essere molto intuitivo ha una ricerca personalizzabile con diversi parametri. Una volta trovato il volo che fa per voi potrete anche decidere di effettuare l’acquisto direttamente sul sito della compagnia aerea (semplificando le procedure di check-in on line).

Prenotazioni per la notte.

Che tu sia un backpaker all’arrembaggio o una persona amante della vita all’insegna del relax, tutti quanti abbiamo bisogno di un letto nel quale ristorarci dopo una lunga giornata passata a girovagare. Al giorno d’oggi prenotare una sistemazione è alquanto semplice grazie alle numerose piattaforme come Booking o Airbnb. Spesso le prenotazioni includono la cancellazione gratuita entro un giorno dalla prenotazione lasciandoci cosi più tranquilli nell’affrontare eventuali imprevisti o cambi di programma. Personalmente utilizzo sempre Booking quando è possibile perché lo trovo estremamente intuitivo. Su Airbnb è possibile affittare interi appartamenti a prezzi interessanti, scelta questa da tenere in considerazione se viaggi con altre persone e non in modo eccessivamente “nomade”.

Ricapitolando ecco una pratica check-list contenente tutta la documentazione che dovrai fare:

  • Passaporto

  • Visto

  • Assicurazione sanitaria

  • Vaccini

  • Patente internazionale

  • Biglietto aereo

Fortunatamente organizzare un viaggio non è solo avere a che fare con moduli e scartoffie. Esistono anche cose decisamente piacevoli da fare:

Contattare persone locali

I viaggi non sono fatti solo di monumenti, paesaggi e cibo. Le persone sono senza dubbio la componente più importante per conoscere la cultura di un posto. E qual’è il miglior modo per farlo se non incontrando persone locali con cui stringere amicizia? i modi per farlo sono svariati: social, couchsurfing e chi più ne ha più ne metta. Non siate timidi. Arrivare sul posto e avere qualcuno che ti aspetta è fantastico. Vantaggi? I locali sapranno consigliarvi posti da vedere, darvi tante informazioni utili e chi lo sa, magari farvi da guida locale. In ogni viaggio che ho fatto ho sempre stretto amicizia con locali ben prima di partire, e questo ha dato decisamente un sapore diverso ai miei viaggi.

Comprare una buona guida

scegliele la tua guida di viaggio

Una buona guida di viaggio è essenziale per farsi un idea dell’itinerario, ma sopratutto dei trasporti che andremo ad utilizzare nel paese. La Lonely Planet da questo punto di vista è imbattibile. Puntuale, precisa e per niente scarna. La guida ideale per ogni destinazione!

Ora non ti resta che organizzare il tuo viaggio e partire! Spero che questa breve guida su come organizzare viaggi fai da te sia stata utile. Se hai bisogno di chiarimenti oppure vuoi approfondire qualche aspetto fammelo sapere nei commenti, dedicherò un articolo sull’argomento. Grazie per essere passato di qui e BUON VIAGGIO!! 🙂